Dolori di difficile comprensione possono influire negativamente sull’attività sportiva. Come agire?

La macchina è il nostro corpo, l’unica che possediamo da sempre e non cambieremo mai. Ci è stata data alla nascita e abbiamo il piacere/ dovere di utilizzarla e farne la manutenzione con estrema cura. basta per arrivare a 100 anni in perfetta forma? Certe volte sì ma la maggior parte purtroppo no!
Non basta condurre una vita alimentare sana e fare esercizio fisico regolare: non è sufficiente per avere un corpo “equilibrato”. Per equilibrato non intendo solo esteticamente gradevole e con muscoli ben disegnati ma soprattutto che, quando è in movimento, lo faccia in modo simmetrico e senza creare danni a lungo termine.Per corpo dinamicamente equilibrato si intende una persona che alla sera NON è troppo stanca rispetto all’attività svolta
e NON deve ricorrere spesso a farmaci o terapeuti per tentare di far passare “QUEL DOLORETTO” che compare con regolarità. I più frequenti interessano la zona cervicale e lombare. Ma non sono patologie ineluttabili. Nelle fotografie a potete vedere come il recupero di certi “sbilanciamenti” sia immediato e stabile.
SALUTE è uno stato di benessere “psicofisico” duraturo senza il bisogno di aiuti esterni.
<<Chi “decide” come far lavorare le articolazioni sono i muscoli, che prendono ordini dal cervelletto, che a sua volta sottosta alle informazioni che provengono (principalmente) da occhi e lingua>>La nostra postura non dipende dalla nostra volontà ma è regolata da molti “meccanismi” e fra i più importanti dobbiamo citare i MUSCOLI OCULOMOTORI. Possiamo anche avere 10/10 di vista ma se questi muscoli lavorano male …….. sono dolori!
Lo stesso dicasi in caso di “lingua corta”, ovvero una lingua che non si può muovere bene perché il frenulo (il filetto che si trova sotto) è troppo corto. Questo è responsabile di molti disordini posturali in quanto , attraverso i muscoli sovraioidei, trascina l’osso ioide in una posizione non corretta. “Occhi+lingua” sono una parte importantissima del nostro sistema che regola la postura.I cosiddetti “dolori da crescita” dei bambini NON sono fisiologici, sono indice di una patologia che è talmente avanzata da manifestarsi attraverso dolori in tenerissima età! Il binomio “lingua+occhi” è anche il più grande responsabile dei DSA (disturbi specifici dell’apprendimento, la dislessia è la più temuta ma ora abbiamo ottime e durature soluzioni).
Perché un Paziente che non ha mai avuto traumi significativi si trova, magari a soli 30 anni ! con un menisco “distrutto” o a 50 con una testa del femore da sostituire chirurgicamente? Ovvio: queste articolazioni hanno lavorato sempre male, cioè fuori asse e con carichi diversi.
Per quanto attiene agli occhi questa situazione si può risolvere attraverso l’uso di prismi percettivi attivi.
Per quanto riguarda la lingua, va trattata con la rieducazione neuro muscolare cognitiva tramite biofeedback. Nel caso il frenulo sia corto, questo va allungato (l’intervento è totalmente indolore e si può fare dai 5 anni in poi).
L’insieme di queste terapie ci permette di “stimolare il naturale raddrizzamento” immediato della nostra “postura dolorosa” e riprendere a condurre le nostre normali attività quotidiane cominciando da una sana attività sportiva ma con “la macchina in perfetto ordine”!