Terapie

Biofeedback

Si usa (a scopo diagnostico / terapeutico) un elettromiografo di superficie (simile a quelli utilizzati per l’elettrocardiogramma) 

Possiamo usare sino a 12 sensori, uno per ogni muscolo. A monitor sia noi che il paziente vediamo come funziona il singolo muscolo, le coppie muscolari, ed infine la coordinazione generale. 

Si possono così rilevare anomalie: ipo / iperfunzionamento ed asimmetrie. 

Attraverso la presa di coscienza il paziente viene rieducato a ‘non farsi più del male’. 

È una terapia lunga?

In genere bastano 6 sedute da meno di un’ora. In casi eccezionali se ne possono fare di più senza controindicazioni.

È una terapia definitiva?

In genere sì per quanto riguarda la regione che stiamo rieducando ed a patto che il paziente continui tutta la vita a ‘comportarsi bene’.

È una terapia invasiva?

No, perchè i sensori rilevano i segnali del paziente e non mandano informazioni che lo condizionano (né stimolando contrazioni né procurando rilassamento forzato).